Aversa Normanna – U.S. Lecce é una gara storica

visto 209 volte
Image processed by CodeCarvings Piczard ### FREE Community Edition ### on 2015-04-07 22:05:16Z | http://piczard.com | http://codecarvings.com

Si é sempre portati a pensare che il calcio ad Aversa sia rimasto confinato in ambiti regionali e che sia sdoganato solo nell’ultimo decennio, ma non é così.

Con il Lecce c’é un precedente per molti versi “storico”, soprattutto per i pugliesi. Era la stagione 1927-28 e l’Aversana militava in seconda divisione. La partita ad Aversa si disputò esattamente 87 anni fa. Era, infatti, il 6 novembre del 1927. Mentre l’Aversana aveva giá l’esperienza di campionati precedenti, l’Unione Sportiva Lecce fece il suo esordio assoluto in un campionato, essendo nata la societá giallorossa il 15 settembre 1927 (fino al 1929 i colori ufficiali erano, come per l’Aversana, il bianconero.) La gara quindi fu la prima gara ufficiale disputata nella storia dall’Unione Sportiva Lecce, originata dalla fusione delle società di dilettanti Juventus e Gladiator.
La partita si svolse secondo le cronache del tempo in un clima infuocato per la presenza di un foltissimo pubblico posto intorno al rettangolo di gioco.

L’U.S. Lecce mise a segno la prima rete della sua storia al 23simo del primo tempo con Francesco Meo mentre l’Aversana pareggió con Chiariello dopo venti minuti.

Il lato romantico del pionerismo calcistico non tragga in inganno, in quegli anni le gare erano appassionanti con i tifosi che in molti campi cingevano il rettangolo di gioco nel vero senso della parola; a tal proposito il quotidiano “Lecce fascista” commentava così il pareggio ottenuto ad Aversa dalla squadra salentina nel campionato 27/28: “[…] certo che il risultato odierno della partita è quello del pubblico e dell’arbitro. Alle 15.10 la palla al Lecce. I bianchi dominano per parecchi minuti, finché alle 15.33 su passaggio di Locatelli, Meo segna di testa. […] Da tutte le parti si grida al pareggio e le minacce ai giuocatori del Lecce si susseguono incessantemente. A pochi minuti dalla fine del primo tempo, l’Aversana con un buon calcio riesce a pareggiare. Dopo 10 minuti di intervallo, ricomincia la danza ma inutile dire con quale musica da parte del pubblico. […] Il Lecce lotta accanitamente contro gli avversari e contro il pubblico. […] I nostri, infine, hanno dato una prova meravigliosa di affiatamento e di tecnica che molto li distanzia dagli avversari.” La partita di ritorno giocata a Lecce vide la sconfitta dei normanni per 2 reti a zero. Il Lecce si classificò terzo e l’Aversana quinta, entrambe furono promosse in prima divisione nazionale.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

storia precedente

Letizia: ” Aversa la terrò sempre nel mio cuore”

prossima storia

Benevento-Aversa Normanna 0 – 0, un pari che sa di vittoria