Aversa Normanna - Martina Franca 2 - 0, tabellino e cronaca

Aversa Normanna - Martina Franca 2 - 0, tabellino e cronaca
la notizia è stata letta 568 volte.
scritto da Salvatore De Chiara

sabato 7 marzo 2015

AVERSA NORMANNA 4-3-3

Lagomarsini, Balzano, Amelio, Geroni, Magliocchetti, Cossentino, Mangiacasale, Catinali, De Vena (18’ st. Mosciaro), Sassano (35’ st. Scognamillo), Capua (43’ st. Giannattasio ) A disp.: De Luca, Giannusa, Esposito, Despuches All.: Marra

MARTINA FRANCA 4-3-2-1

Bleve, De Giorgi, Memolla ( 1’ st. Caruso), Bucolo, Patti, Fabiano, Arcidiacono, De Risio, De Lucia ( 32’ st. Samnick), Pepe (45’ st. Pikovski) A disp.: Kalombo, Diop, Leto All.: Ciullo

Arbitro: Caso di Verona

Reti: 13’ pt. Sassano, 16’ pt. Magliocchetti

Ammoniti : Arcidiacono, Magliocchetti, Tomi, Bucolo, Cossentino

Rec.: 1’ pt, 4’ st.

L’Aversa Normanna travolge anche il Martina Franca ed infila una serie di 4 quattro vittorie consecutive che non si vedeva da anni. Lo stadio Bisceglia è inaspettatamente colorato d’azzurro a causa di un evento Unicef che ha portato sugli spalti decine di alunni delle scuole elementari cittadine e la serata è tersa malgrado il freddo gelido. La gara inizia subito in attacco per i granata, particolarmente baldanzosi e agguerriti, all’8 si rendono pericolosi con Mangiasale, il cui tiro dal limite e respinto con i pugni dal portiere. All’ennesima percussione per vie centrali di Geroni che serve Sassano al limite, al 13’, la Normanna va in vantaggio, Sassano difende bene il pallone ed entra di forza in area scagliando un preciso sinistro che sorprende Bleve . il Martina non offre nell’immediato alcuna reazione, e i normanni, dopo poco, al minuto 16’, raddoppiano, sugli sviluppi di un calcio d’angolo dalla sinistra spizza di testa Cossentino verso il secondo palo sul quale si fa trovare pronto Magliocchetti che devia di piatto destro anticipando l’intervento del portiere. I pugliesi hanno un gioco contratto e frammentato e per tutti i primi quarantacinque minuti si assiste ad un monologo dell’Aversa. Al 31’ Memolla, per il Martina Franca, va alla conclusione di sinistro ma la palla termina fuori. Al minuto 36’ De Vena va alla conclusione appena entrato in area, Bleve ha i riflessi pronti e para, al 38’ Cossentino va di testa su cross proveniente da calcio d’angolo ma il pallone si impenna e finisce fuori. L’inizio della seconda frazione di gioco non è foriera di grandi novità, con il copione che resta lo stesso del primo tempo. Al 4’ è De Vena, per l’Aversa, ad andare alla conclusione dal limine ma Bleve fa buona guardia e blocca centralmente. Al minuto 21’ il portiere dei pugliesi è chiamato ad un intervento impegnativo su Catinali, in tuffo riesce a smanacciare in angolo rimediando anche una botta alla spalla cadendo sul palo, sul successivo corner controlla la propria area senza problemi. L’Aversa Normanna controlla bene il campo, mentre il Martina arranca a mantenere il possesso ed a manovrare sugli esterni, i ritmi bassi del resto favoriscono i campani che provano a punzecchiare la retroguardia azzurra soprattutto con tentativi da fuori, al 33’ un tiro di Amelio dai venti metri è facilmente parato in presa alta da Bleve. La porta del Martina si salva miracolosamente dal terzo gol al 42’, dopo una punizione sprecata di Pepe dalla destra l’Aversa innesca un rapido contropiede che porta Mosciaro alla conclusione da oltre trenta metri, a Bleve battuto il pallone rimbalza davanti alla porta vuota alzandosi sopra la traversa. Il triplice fischio del signor Caso di Verona suggella una gara perfetta dell’Aversa, giocata con sicurezza e concretezza e vinta con una grande prova di forza.



   

Gentile utente,
Tavecchio, presidente della FIGC, ha recentemente dichiarato: "Così anche quest'anno partiremo chiudendo gli occhi..." ammettendo implicitamente che negli anni scorsi si è evitato di intervernire per in situazioni amministrativamente poco chiare. Il Tribunale Federale, ancora recentemente, con le sentenze a proposito del filone calcioscommesse aperto dalla Procura della Repubblica di Catanzaro (certificata da intercettazioni) ha comminato sanzioni irrisorie di pochi punti da scontare nel prossimo campionato legittimando ed autorizzando di fatto il "calcioscommesse". Alla luce di tutto ciò ti invitiamo a riflettere sulla possibilità o meno di recarti in agenzie di scommesse per perdere soldi senza avere la certezza che il gioco si svolga in modo chiaro e trasparente.
Chiediamo ai grandi gruppi che operano su concessione dell'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato (AAMS) di intervenire finalmente anche a salvaguardia del loro business altrimenti non sarà difficile supporre che le situazioni illegali succedutesi negli anni hanno avvantaggiato anche mancati payout.
Buona Navigazione.