Il diario del Normanno
Pronti a festeggiare

Pronti a festeggiare
la notizia è stata letta 616 volte.
scritto da Domenico Russo

lunedì 4 gennaio 2016

In occasione della ricorrenza del 102° anniversario dalla nascita della “prima Reggina” la squadra amaranto scenderà in campo, il 6 Gennaio 2016, nella gara con l’Aversa Normanna indossando una maglia celebrativa a strisce bianconere in ricordo della prima divisa di gioco indossata dalla squadra nel lontano 1914 dall'Unione Sportiva Reggio Calabria. 
Due stagioni or sono un altra grande squadra calabrese festeggiò contro i granata il proprio centenario, il Cosenza. La partita contro i rossoblu, a metà del girone di ritorno, rappresentava per i granata un momento fondamentale di quella stagione. La Normanna occupava una posizione di classifica prossima all'ultimo posto utile per partecipare al successivo primo campionato di LegaPro a divisione unica. La posta in palio era alta ma la prestazione dei normanni, seppur impreziosita da una prodezza di Orlando, confermò che la squadra era in una fase involutiva.
L'Aversa, questa volta, si presenta al galà calabrese forte dei recenti successi che l'hanno proiettata nei quartieri alti della classifica. Fermo restando il rinnovarsi domenica di un altra prestazione positiva qualsiasi risultato in una trasferta così difficile, contro un avversario forte e con ambizioni di primato, sarà ben accetto dall'ambiente granata. Una vittoria, ovviamente, ci aprirebbe una nuova strada sul prosieguo del campionato tutta da esplorare e da festeggiare al di là del verdetto finale. 



   

Gentile utente,
Tavecchio, presidente della FIGC, ha recentemente dichiarato: "Così anche quest'anno partiremo chiudendo gli occhi..." ammettendo implicitamente che negli anni scorsi si è evitato di intervernire per in situazioni amministrativamente poco chiare. Il Tribunale Federale, ancora recentemente, con le sentenze a proposito del filone calcioscommesse aperto dalla Procura della Repubblica di Catanzaro (certificata da intercettazioni) ha comminato sanzioni irrisorie di pochi punti da scontare nel prossimo campionato legittimando ed autorizzando di fatto il "calcioscommesse". Alla luce di tutto ciò ti invitiamo a riflettere sulla possibilità o meno di recarti in agenzie di scommesse per perdere soldi senza avere la certezza che il gioco si svolga in modo chiaro e trasparente.
Chiediamo ai grandi gruppi che operano su concessione dell'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato (AAMS) di intervenire finalmente anche a salvaguardia del loro business altrimenti non sarà difficile supporre che le situazioni illegali succedutesi negli anni hanno avvantaggiato anche mancati payout.
Buona Navigazione.