Il diario del Normanno
Qualcuno fermi la Procura di Catanzaro!

Qualcuno fermi la Procura di Catanzaro!
la notizia è stata letta 762 volte.
scritto da Domenico Russo

mercoledì 22 luglio 2015

Fra qualche settimana, con un ritardo di poco più di qualche giorno voluto dalla istituzioni calcistiche, inizierà il campionato di LegaPro. Le squadre aventi diritto a parteciparvi sono già diminuite del 15% per effetto delle mancate iscrizioni. Un altro 10% di squadre riceverà più o meno qualche punto di sanzione a seguito delle inopportune indagini delle Procure della Repubblica. L'aggettivo "inopportune" si riferisce, ovviamente, all'ambito sportivo e non a quello penale. Inopportune perchè il calcio è, forse, ancora uno sport e le ricadute dell'azione giudiziaria dovevano avere effetti immediati soprattutto sul piano sportivo. Le istituzioni di cui sopra avrebbero dovuto senza esitazione alcuna spingere la Procura Federale a stabilire i veri valori sportivi delle classifiche dei campionati appena terminati al netto delle combine appurate invece di limitarsi a spostare leggermente in avanti le date dei campionato. Inopportune perchè dalla A alla 3a categoria è passato il messaggio che nonostante la giustizia ordinaria certificherà illeciti sportivi non servirà investire ed attrezzare squadre competitive per vincere campionati, o per non retrocedere in quelli inferiori, ma bisognerà "combinare" per bene le proprie gare. E così succederà il prossimo anno e negli anni a venire. Non serve a nulla commentare i nuovi avvisi di garanzia disposti oggi dalla Procura della Repubblica di Catanzaro sarebbe tempo perso. Allo stato delle cose ci è sembrato più utile, invece, contattare attraverso email i più noti provider di scommesse per aggiornare i palinsesti introducendo un nuovo tipo di quotazione al classico 1X2, under/over ecc.: quotare per ogni evento calcistico anche se la gara è truccata o meno. Attendiamo risposte ma è tanta la paura che nessuno accetti scommesse per un evento del quale già si conosce l'esito.  



   

Gentile utente,
Tavecchio, presidente della FIGC, ha recentemente dichiarato: "Così anche quest'anno partiremo chiudendo gli occhi..." ammettendo implicitamente che negli anni scorsi si è evitato di intervernire per in situazioni amministrativamente poco chiare. Il Tribunale Federale, ancora recentemente, con le sentenze a proposito del filone calcioscommesse aperto dalla Procura della Repubblica di Catanzaro (certificata da intercettazioni) ha comminato sanzioni irrisorie di pochi punti da scontare nel prossimo campionato legittimando ed autorizzando di fatto il "calcioscommesse". Alla luce di tutto ciò ti invitiamo a riflettere sulla possibilità o meno di recarti in agenzie di scommesse per perdere soldi senza avere la certezza che il gioco si svolga in modo chiaro e trasparente.
Chiediamo ai grandi gruppi che operano su concessione dell'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato (AAMS) di intervenire finalmente anche a salvaguardia del loro business altrimenti non sarà difficile supporre che le situazioni illegali succedutesi negli anni hanno avvantaggiato anche mancati payout.
Buona Navigazione.