Il diario del Normanno
Il primo round dei playout va all'Ischitella

Il primo round dei playout va all'Ischitella
la notizia è stata letta 694 volte.
scritto da Domenico Russo

sabato 23 maggio 2015

Una squadra consapevole della propria forza davanti ad un avversario mai sceso in campo fino a quel momento, con un uomo in meno e con un secondo tempo ancora da giocare, cerca con tranquillità la quarta rete se non addirittura la quinta e fare del ritorno una gita. I gialloblu invece inscenano una ripresa, si attenta, ma tutta proiettata a congelare il risultato. I soliti mezzucci utilizzati a quest'ultimo scopo non legittimano il vantaggio di tre reti e questo è il limite di una squadra alla quale oggi è andato tutto bene. La piccolissima Normanna è annichilita non da una grande Ischia ma dall'Ischitella. La squadra isolana è questa. Non riesce nemmeno nell'intento prefissato nell'intervallo. Il vantaggio dell'uomo si rivela addirittura un boomerang visto che gli uomini di Marra si rianimano ed hanno due chiarissime occasioni con i nuovi entrati. La sensazione forte è che l'avversario abbia usato tutto il suo potenziale raschiando dal fondo del barile delle proprie risorse caratteriali e tecniche.
Se al ritorno affronteranno l'imbarazzante squadra aversana dei primi 45 minuti allora le poche qualità viste oggi bastano ed avanzano. I granata, però, già nel corso di questa seconda parte di stagione sono più volte passati dalle stelle alle stalle e viceversa ed il tutto nell'arco di pochi giorni. Hanno le qualità e, forse, la rabbia giusta per fare la stessa gara fatta con il Catanzaro o con il Martina tra febbraio e marzo, squadre queste sicuramente superiori all'Ischia vista oggi ma è necessario fare la partita perfetta. Con il piglio giusto, può sembrare follia,  tre reti si possono fare anche solo nell'ultimo quarto d'ora. 



   

Gentile utente,
Tavecchio, presidente della FIGC, ha recentemente dichiarato: "Così anche quest'anno partiremo chiudendo gli occhi..." ammettendo implicitamente che negli anni scorsi si è evitato di intervernire per in situazioni amministrativamente poco chiare. Il Tribunale Federale, ancora recentemente, con le sentenze a proposito del filone calcioscommesse aperto dalla Procura della Repubblica di Catanzaro (certificata da intercettazioni) ha comminato sanzioni irrisorie di pochi punti da scontare nel prossimo campionato legittimando ed autorizzando di fatto il "calcioscommesse". Alla luce di tutto ciò ti invitiamo a riflettere sulla possibilità o meno di recarti in agenzie di scommesse per perdere soldi senza avere la certezza che il gioco si svolga in modo chiaro e trasparente.
Chiediamo ai grandi gruppi che operano su concessione dell'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato (AAMS) di intervenire finalmente anche a salvaguardia del loro business altrimenti non sarà difficile supporre che le situazioni illegali succedutesi negli anni hanno avvantaggiato anche mancati payout.
Buona Navigazione.