Il diario del Normanno
Calcioscommsse, Spezzaferri: " non c'entriamo nulla."

Calcioscommsse, Spezzaferri: " non c'entriamo nulla."
la notizia è stata letta 774 volte.
scritto da Salvatore Russo

martedì 19 maggio 2015

Il Presidente dell' Aversa Normanna - spiega irritato-  a proposito dell'inchiesta sul calcio-scommese  “NON c’entriamo NULLA in questa vicenda, la nostra società non è nemmeno indagata anche perché questa parte sporca del calcio non ci appartiene nemmeno lontanamente." Nello specifico ed a proposito della partita Aversa-Barletta dell'11 aprile finita sotto inchiesta, chiarisce a chiare lettere: “Siamo semplicemente la parte lesa in questa storia, anche perché noi quella gara l’abbiamo pure persa. Probabilmente le indagini sono partite in seguito a qualche flusso anomalo di scommesse ma onestamente non saprei dire cosa è successo quella giornata. So solamente che con quel ko l’Aversa in pratica perse l’opportunità della salvezza diretta. A quella sconfitta aggiungo quella con la Reggina: due battute d’arresto che in pratica ci hanno condannato a giocare i play out”. Spezzaferri inoltre esprime anche il suo pensiero sul nuovo scandalo che prende in considerazione 17 gare dei gironi A, B e C di Lega Pro e 11 partite della Lega Dilettanti: “Ci vuole una svolta in questo calcio altrimenti non cambierà mai nulla. Serve un cambiamento radicale perché ci sono troppe società che stanno avendo grossi problemi economici. Ma vi spiego anche il perché. Ad inizio anno sappiamo che la Lega deve darci dei contributi e ogni società in occasione dell’ok al bilancio di previsione mette in programma che quei soldi debbano entrare nelle casse. Si fanno degli investimenti, si prendono degli impegni e si acquistano giocatori ma poi succede che la Lega non dia più quel denaro oppure quei soldi arrivino in ritardo. Sono state fatte delle cose assurde e per avere un calcio pulito in futuro serve maggiore serietà nei quartieri alti del calcio italiano”.



   

Gentile utente,
Tavecchio, presidente della FIGC, ha recentemente dichiarato: "Così anche quest'anno partiremo chiudendo gli occhi..." ammettendo implicitamente che negli anni scorsi si è evitato di intervernire per in situazioni amministrativamente poco chiare. Il Tribunale Federale, ancora recentemente, con le sentenze a proposito del filone calcioscommesse aperto dalla Procura della Repubblica di Catanzaro (certificata da intercettazioni) ha comminato sanzioni irrisorie di pochi punti da scontare nel prossimo campionato legittimando ed autorizzando di fatto il "calcioscommesse". Alla luce di tutto ciò ti invitiamo a riflettere sulla possibilità o meno di recarti in agenzie di scommesse per perdere soldi senza avere la certezza che il gioco si svolga in modo chiaro e trasparente.
Chiediamo ai grandi gruppi che operano su concessione dell'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato (AAMS) di intervenire finalmente anche a salvaguardia del loro business altrimenti non sarà difficile supporre che le situazioni illegali succedutesi negli anni hanno avvantaggiato anche mancati payout.
Buona Navigazione.