Il diario del Normanno
Un po' di Normanna in serie B

Un po' di Normanna in serie B
la notizia è stata letta 1915 volte.
scritto da Salvatore Russo

lunedì 6 maggio 2013

Avellino in serie B ! Dunque gli irpini ce l'hanno fatta e siamo felici e anche un po' commossi per la loro "promozione" in serie cadetta. Il "progetto serie B" iniziato due anni fa' sotto l'egida del nostro ex D.S. Enzo De Vito ed accompagnato negli anni da tantissimi nostri ex giocatori come Pettinari, De Gol,  Massimo, Ercolano e per finire al "solidissimo" nostro amico Arini, ha avuto ieri il lieto epilogo al "Ceravolo" di Catanzaro dove l'Avellino,vincendo il match con i catanzaresi, ha avuto la matematica certezza del "gran salto".  Insomma un po' di Normanna che ha contribuito al "successo". Ieri incollati alla Tv, in diretta a seguire il match, e ammirare Arini svolazzare a centrocampo e dettare i tempi della manovra, diventare ostacolo insormontabile per gli avversari e immaginare il nostro caro "Enzo" in tribuna a trepidare, come al solito, per il risultato dei "suoi", ci ha fatto andare indietro nel tempo e ricordare la "salvezza"di quattro anni fa' della Normanna a Andria con De Vito e Arini, il gran bel campionato di tre anni fa' quando perdemmo il treno dei play-off proprio a favore degli irpini  e sempre con Arini, Massimo e De Vito. Con  la maglia verde avellinese "i nostri" vanno in Serie B. Insomma anche un po' di NORMANNA in Serie B.  Auguri, Enzo e ragazzi!



   

Gentile utente,
Tavecchio, presidente della FIGC, ha recentemente dichiarato: "Così anche quest'anno partiremo chiudendo gli occhi..." ammettendo implicitamente che negli anni scorsi si è evitato di intervernire per in situazioni amministrativamente poco chiare. Il Tribunale Federale, ancora recentemente, con le sentenze a proposito del filone calcioscommesse aperto dalla Procura della Repubblica di Catanzaro (certificata da intercettazioni) ha comminato sanzioni irrisorie di pochi punti da scontare nel prossimo campionato legittimando ed autorizzando di fatto il "calcioscommesse". Alla luce di tutto ciò ti invitiamo a riflettere sulla possibilità o meno di recarti in agenzie di scommesse per perdere soldi senza avere la certezza che il gioco si svolga in modo chiaro e trasparente.
Chiediamo ai grandi gruppi che operano su concessione dell'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato (AAMS) di intervenire finalmente anche a salvaguardia del loro business altrimenti non sarà difficile supporre che le situazioni illegali succedutesi negli anni hanno avvantaggiato anche mancati payout.
Buona Navigazione.