Il diario del Normanno
La Speranza è l'ultima a morire

La Speranza è l'ultima a morire
la notizia è stata letta 1460 volte.
scritto da Salvatore Russo

martedì 15 gennaio 2013
Si parla tanto di Speranza. Leggittimo sperare o si rasenta l'utopia? Questo il dilemma che in questi giorni attanaglia i tifosi della Normanna! La domanda frequente: ci salviamo o non ci salviamo? Dopo lo sprofondamento normanno di Fondi con Sergio in panchina si è toccato il fondo con le speranze di salvezza ridotte al lumicino e con un team allo sbando. Ebbene con il ritorno di NICOLA, dotato di grosse risorse umane e tecniche, l'ottimismo seppur lieve fa capolino in contea tra i tifosi granata. Ricompattamento sarà la parola d'ordine del Mister! Fiducia estrema a tutta la rosa-giocatori, nessuno escluso, sarà il secondo atto del suo ri-insediamento. Con queste prerogative, all'unisono con qualche richiesta del tecnico di rafforzamento-rosa che la Società sicuramente soddisferà, la Normanna se la può giocare fino in fondo e far crescere le quotazioni in termini di speranza-salvezza. Importante, fondamentale sarà per la squadra scendere in campo in ogni partita senza paura, aiutandosi l'un l'altro, rispettando le consegne, i consigli ed i suggerimenti del tecnico, insomma sudando le proverbiali sette camicie o meglio la gloriosa maglia granata. Infine, in più, ad accompagnare le speranze granate, e non mi sembra cosa di poco conto, il RITORNO e l'ORGOGLIO dei tifosi che in questo momento critico della storia calcistica aversana stanno rispondendo: PRESENTE!!!!
Forza ragazzi, lottiamo INSIEME!!

Salvatore Russo


   

Gentile utente,
Tavecchio, presidente della FIGC, ha recentemente dichiarato: "Così anche quest'anno partiremo chiudendo gli occhi..." ammettendo implicitamente che negli anni scorsi si è evitato di intervernire per in situazioni amministrativamente poco chiare. Il Tribunale Federale, ancora recentemente, con le sentenze a proposito del filone calcioscommesse aperto dalla Procura della Repubblica di Catanzaro (certificata da intercettazioni) ha comminato sanzioni irrisorie di pochi punti da scontare nel prossimo campionato legittimando ed autorizzando di fatto il "calcioscommesse". Alla luce di tutto ciò ti invitiamo a riflettere sulla possibilità o meno di recarti in agenzie di scommesse per perdere soldi senza avere la certezza che il gioco si svolga in modo chiaro e trasparente.
Chiediamo ai grandi gruppi che operano su concessione dell'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato (AAMS) di intervenire finalmente anche a salvaguardia del loro business altrimenti non sarà difficile supporre che le situazioni illegali succedutesi negli anni hanno avvantaggiato anche mancati payout.
Buona Navigazione.