Crisi economica? Scommettiamo?

Crisi economica? Scommettiamo?
la notizia è stata letta 1205 volte.
scritto da Domenico Russo

giovedì 1 dicembre 2011
Da qualche mese ci s'è accorti che anche l'Italia è nel vortice della crisi economica. Non c'era affatto bisogno delle fluttuazioni dell'abusato spread per accorgersene. Tant'è che dimessosi il neopresidente del Milan s'è affidata la barca al prof. Monti. Soluzioni miracolose non ne verranno fuori, quel che è certo che bisognerà mettere mano al porafoglio per poter avere almeno una boccata d'ossigeno.
Eppure in Italia, ma non solo, un modo per finanziarsi esiste ed è praticato sempre più massicciamente su vasta scala: scommettere!
Con le scommesse ci guadagnano tutti o meglio tutti trovano in esse la possibilità di ottenere risorse che nessuno ha più da spendere, tantomeno gli stati ormai in bolletta (ops!).
Di scandali legati a questa pratica ne abbiamo visti tanti ormai, ne tantomeno meraviglia più che la criminalità abbia puntato (pardon!) i propri occhi su questo mondo così remunerativo.
Nessun stupore sul fatto che il procuratore di Bari abbia aperto un inchiesta suffragata da intercettazioni telefoniche che coinvolgono calciatori della squadra pugliese a proposito di gare, in serie A, nella scorsa stagione. Era già successo sul finire del campionato maggiore. Oggi come allora ci sono connivenze tra "sportivi" e "criminali".
Quando un attività rende, in gergo tira, te ne accorgi per l'abbondante uso che se ne fa. Non è più solo l'evento sportivo a tenere banco, in questi giorni si scommette sull'arrivo do Inzaghi al Napoli (2,75). Su quello di Maxi Lopez (4,00) al Milan; ma che sia una panacea è confermato anche dall'uscita di Cellino da Cagliari: 'Ci diano il 5% delle scommesse e faremo gli stadi nuovi'.
Palazzi, procuratore federale, ha aperto un fascicolo sul 3 a 2 dell'Ebolitana sull'Arzanese. Un ingente flusso di scommesse sulla vittoria salernitana era giunto in modo anomalo già da venerdì scorso, fatto che ha portato alla sospensione della gara dai possibili eventi su cui puntare.
Guardando gli hightlights della gara è sembrato alquanto bizzarro il modo in cui è scaturita la seconda rete dell'Ebolitana. Speriamo che sia stato solo un gol un pò curioso e null'altro e che l'inchiesta si chiuda con un nulla di fatto.
Scommettiamo?
Nel frattempo una indagine statistica ha messo al primo posto Napoli come la provincia dove si scommette di più in Italia, Salerno e terza, Caserta è settima. Considerato, però, la situazione economica generale nella nostra regione, va corretto l'assunto di cui sopra: "con le scommesse ci guadagnono tutti" ... tranne chi gioca!

Domenico Russo


   

Gentile utente,
Tavecchio, presidente della FIGC, ha recentemente dichiarato: "Così anche quest'anno partiremo chiudendo gli occhi..." ammettendo implicitamente che negli anni scorsi si è evitato di intervernire per in situazioni amministrativamente poco chiare. Il Tribunale Federale, ancora recentemente, con le sentenze a proposito del filone calcioscommesse aperto dalla Procura della Repubblica di Catanzaro (certificata da intercettazioni) ha comminato sanzioni irrisorie di pochi punti da scontare nel prossimo campionato legittimando ed autorizzando di fatto il "calcioscommesse". Alla luce di tutto ciò ti invitiamo a riflettere sulla possibilità o meno di recarti in agenzie di scommesse per perdere soldi senza avere la certezza che il gioco si svolga in modo chiaro e trasparente.
Chiediamo ai grandi gruppi che operano su concessione dell'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato (AAMS) di intervenire finalmente anche a salvaguardia del loro business altrimenti non sarà difficile supporre che le situazioni illegali succedutesi negli anni hanno avvantaggiato anche mancati payout.
Buona Navigazione.