Ripescaggi Lega Pro: in otto presentano domanda

Ripescaggi Lega Pro: in otto presentano domanda
la notizia è stata letta 1294 volte.
scritto da Salvatore Russo

lunedì 28 luglio 2014

Oggi pomeriggio alle ore 19.00 scadeva il termine per presentare domanda di ripescaggio in Lega Pro dopo che si erano liberati tre posti nell'organico dovuti alle bocciature di VIAREGGIO e PADOVA da parte della CoViSoc  e della NOCERINA estromessa durante il campionato scorso. Tra le squadre dell'ex Seconda Divisone e di Serie D sono state in 8 a presentare domanda di ripescaggio. Per la Seconda Divisione in 6: TORRES, ARZANESE, DELTA PORTO TOLLE, POGGIBONSI, MARTINA FRANCA ed AVERSA NORMANNA; per la Serie D: CORREGGESE e AKRAGAS.

Già da alcuni giorni si sapeva della domanda di ripescaggio dei team di Sassari, Arzano, Porto Tolle e  Aversa, a sorpresa sono giunte quelle del Poggibonsi, anche se qualcosa bolliva in pentola in terra toscana; invece assolutamente a sorpresa la domanda di ripescaggio del club  martinese.

Molto lungo l'elenco delle squadre che hanno rinunciato al ripescaggio: SORRENTO, CUNEO, RIMINI, PERGOLETTESE della Seconda Divisione; AREZZO, MATELICA, TARANTO della Serie D.

Molte curiosità: Il DELTA PORTO TOLLE ha indicato come campo di gioco lo stadio di Portogruaro distante oltre 140 KM. dalla cittadina in provincia di Rovigo. L'AKRAGAS ha indicato come campo di gioco lo stadio di TRAPANI , 180 KM. dalla cittadina della valle dei templi. La CORREGGESE, anche se poco distante, ha indicato lo stadio "Cabassi" di Carpi.

 Da domani la parola passa alla commissione che valuterà le documentazioni delle domande di ripescaggio. Nelle decisioni della scelta-ripescaggi, in primis,  la Lega dovrà  sciogliere un  nodo fondamentale, ovverosia: dare via libera alle deroghe per gli stadi  che porterebbe negli anni prossimi e futuri ad una confusione enorme con deroghe a tutto campo ( ! ? ) che sminuirebbero le partite (pochi  tifosi e stadi propri mai messi a norma) e relativa riduzione degli incassi oppure proseguire seriamente nel concreto portando avanti il famoso progetto tanto sbandierato dai dirigenti Lega Pro di far giocare le squadre nelle proprie città, d'altronde già iniziato negli scorsi anni che ha dato e sta dando i suoi buoni frutti ( stadi messi a norma )?

Pochi giorni e sapremo, sperando anche che verranno ripescate squadre che già negli anni scorsi hanno dimostrato  bilanci corretti e grande capacità programmatiche e finaziarie. 

Venerdì 1 agosto il Consiglio Federale si riunirà e sarà ufficiailizzato l'organico della Lega Pro,  mentre il giorno dopo, 2 agosto, verrà resa nota la composizione dei gironi



   

Gentile utente,
Tavecchio, presidente della FIGC, ha recentemente dichiarato: "Così anche quest'anno partiremo chiudendo gli occhi..." ammettendo implicitamente che negli anni scorsi si è evitato di intervernire per in situazioni amministrativamente poco chiare. Il Tribunale Federale, ancora recentemente, con le sentenze a proposito del filone calcioscommesse aperto dalla Procura della Repubblica di Catanzaro (certificata da intercettazioni) ha comminato sanzioni irrisorie di pochi punti da scontare nel prossimo campionato legittimando ed autorizzando di fatto il "calcioscommesse". Alla luce di tutto ciò ti invitiamo a riflettere sulla possibilità o meno di recarti in agenzie di scommesse per perdere soldi senza avere la certezza che il gioco si svolga in modo chiaro e trasparente.
Chiediamo ai grandi gruppi che operano su concessione dell'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato (AAMS) di intervenire finalmente anche a salvaguardia del loro business altrimenti non sarà difficile supporre che le situazioni illegali succedutesi negli anni hanno avvantaggiato anche mancati payout.
Buona Navigazione.