Aversa Normanna-Teramo 0-0, tabellino e cronaca

Aversa Normanna-Teramo 0-0, tabellino e cronaca
la notizia è stata letta 1986 volte.
scritto da Salvatore De Chiara

domenica 1 settembre 2013

AVERSA NORMANNA: D'Agostino, Nocerino, Balzano, Prevete, Porcaro, Di Girolamo, Romano (10' st De rosa), Suarino (37' st Gatto), Orlando, Di VIcino, Djibo ( 13' st Vicentin). A disp. : Salese, Miraglia, De Rosa, Gatto, Castaldi, Tulimieri, Vicenti. All. Fabiano

TERAMO: Serraiocco, De Fabbritis, Gregorio, Cenciarelli, Ferrara, Speranza, Petrella (19' st Casola), Lulli, Bernardo (36' Gaeta), Dimas (10' st Sassano), Di Paoloantonio. A disp. : Narduzzo, Caidi, Pacini, Sassano, Casolla, Gaeta, Ambrosini. All. Vivarini. 

ARBITRO: Riccardo Panarese di Lecce

NOTE: Giornata di caldo afoso, terreno di gioco in buone condizioni, spettatori 1000 circa

 

In una giornata afosa l’Aversa esordisce in casa con un’ottima prestazione contro la corazzata Teramo a cui è mancato soltanto il crisma del gol. Nei primi dieci minuti le due squadre si studiano a distanza tentando qualche affondo in profondità, poi provano a venir fuori gli ospiti con Dimas che al 14’ tira dal limite con il portiere che blocca a terra agevolmente, poi al 21’ prima conclusione per i padroni di casa con Di Vicino che ruba palla sulla trequarti ed entrato in area tenta di sorprendere Serraiocco sull’uscita ma il pallone termina sull’esterno della rete. Al minuto 25’ ancora Normanna pericolosa con un gran tiro di Orlando e palla alta di poco. Alla distanza viene fuori il Teramo che aveva un po’ sofferto nella prima metà del primo tempo, al 28’ c’è una bella azione di Di Paolantonio che serve Bernardo in area, il cui tiro è però debole e facile preda di D’Agostino ed al 33’ arriva l’occasionissima per un esplosivo Dimas che trova spazio per il tiro da fuori area e fa partire una conclusione potente che si stampa sulla traversa. Al 41’ ancora Di Paolantonio calcia un pericolosissimo pallonetto a girare che esce d’un soffio, passata la paura i normanni accorciano la squadra pensando soprattutto a coprirsi negli ultimi minuti prima dell’intervallo. Al 7’ della ripresa Di Girolamo per l’Aversa riesce a girare bene in area sugli sviluppi di un corner ma il pallone carambola su un compagno ed esce sul fondo. L’ingresso di Vicentin nell’Aversa e l’uscita per infortunio di Dimas nel Teramo cambiano gli equilibri di una gara rimasta fino ad allora in bilico e danno nuova spinta ai padroni di casa che al 17’ hanno una serie di occasioni a catena, prima con Orlando che calcia a portiere battuto una palla che è deviata all’ultimo momento da Speranza, poi sul successivo calcio d’angolo l’argentino Vicentin colpisce di testa col portiere Serraiocco che para sulla linea. Al 26’ il portiere granata è costretto ad uscire in anticipo sui piedi di Sassano che stava per intercettare un pallone interessante in area, ma già da qualche minuto il Teramo giocava in dieci uomini per l’espulsione di Cenciarelli per doppia ammonizione. Nel finale gli abruzzesi si difendono con ordine non rinunciando a qualche puntata di alleggerimento mentre l’Aversa Normanna si getta in avanti a testa bassa alla ricerca del gol-vittoria, al 43’ Gatto calcia un destro rasoterra dai venti metri che esce di pochissimo, al 90’ De Rosa si ritrova da solo a centro area ma il suo tiro è deviato in corner dalla schiena di un difensore. Ultimo brivido al minuto 93’ con Orlando che clamorosamente si fa ribattere una facile deviazione su assist di Vicentin. L’Aversa ha dimostrato di essere squadra di qualità e di tecnica e di essere pronta ad affrontare un campionato duro, il Teramo conferma buona organizzazione di gioco e nervi saldi.



   

Gentile utente,
Tavecchio, presidente della FIGC, ha recentemente dichiarato: "Così anche quest'anno partiremo chiudendo gli occhi..." ammettendo implicitamente che negli anni scorsi si è evitato di intervernire per in situazioni amministrativamente poco chiare. Il Tribunale Federale, ancora recentemente, con le sentenze a proposito del filone calcioscommesse aperto dalla Procura della Repubblica di Catanzaro (certificata da intercettazioni) ha comminato sanzioni irrisorie di pochi punti da scontare nel prossimo campionato legittimando ed autorizzando di fatto il "calcioscommesse". Alla luce di tutto ciò ti invitiamo a riflettere sulla possibilità o meno di recarti in agenzie di scommesse per perdere soldi senza avere la certezza che il gioco si svolga in modo chiaro e trasparente.
Chiediamo ai grandi gruppi che operano su concessione dell'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato (AAMS) di intervenire finalmente anche a salvaguardia del loro business altrimenti non sarà difficile supporre che le situazioni illegali succedutesi negli anni hanno avvantaggiato anche mancati payout.
Buona Navigazione.