Gavorrano in serie D. La graduatoria dei ripescaggi potrebbe sorridere alla Normanna.

Gavorrano in serie D. La graduatoria dei ripescaggi potrebbe sorridere alla Normanna.
la notizia è stata letta 2464 volte.
scritto da Domenico Russo

domenica 16 giugno 2013

Con l'epilogo dei playoff e dei playout che hanno decretato la promozione de L'Aquila e la retrocessione del Gavorrano si conclude la stagione sportiva di II divisione, girone B. A bocce ferme é possibile definire la posizione delle squadre per la graduatoria ripescaggi. I conteggi effettuati sulla base delle norme federali vedono la Normanna al sesto posto dietro, in ordine, a Foligno, Fano, Casale, Gavorrano e Hinterregio; davanti a Valee d'Aoste, Fondi e Milazzo. Sempre tenendo in considerazione le norme sono escluse da una prima fase le squadre che giá hanno usufruito del ripescaggio negli ultimi anni, pertanto il Fano e il Casale sono escluse per questa fase (salvo rientrare in gioco se ci saranno ancora posti disponibili). la Normanna quindi si trova ad essere quarta in graduatoria. alla luce di questa posizione dovrebbero non iscriversi in Legapro almeno 8 squadre poichè c'è alternanza con le squadre che sono arrivate alla fase finale dei playoff di serie D).

Per la veritá al momento sembra escluso che il Foligno e l'Hinterregio presentino domanda di ripescaggio, notizie in tal senso non se ne hanno da Gavorrano. Se queste indiscrezioni fossero confermate l'Aversa scalerebbe altre 2 posizioni accaparrandosi il secondo posto in graduatoria e quindi sarebbe la quarta in classifica generale, una posizione appena dietro alla Casertana, che é sicuramente terza.



   

Gentile utente,
Tavecchio, presidente della FIGC, ha recentemente dichiarato: "Così anche quest'anno partiremo chiudendo gli occhi..." ammettendo implicitamente che negli anni scorsi si è evitato di intervernire per in situazioni amministrativamente poco chiare. Il Tribunale Federale, ancora recentemente, con le sentenze a proposito del filone calcioscommesse aperto dalla Procura della Repubblica di Catanzaro (certificata da intercettazioni) ha comminato sanzioni irrisorie di pochi punti da scontare nel prossimo campionato legittimando ed autorizzando di fatto il "calcioscommesse". Alla luce di tutto ciò ti invitiamo a riflettere sulla possibilità o meno di recarti in agenzie di scommesse per perdere soldi senza avere la certezza che il gioco si svolga in modo chiaro e trasparente.
Chiediamo ai grandi gruppi che operano su concessione dell'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato (AAMS) di intervenire finalmente anche a salvaguardia del loro business altrimenti non sarà difficile supporre che le situazioni illegali succedutesi negli anni hanno avvantaggiato anche mancati payout.
Buona Navigazione.